Piani di Protezione Civile

 

PIANI DI PROTEZIONE CIVILE

Tra la fine del 2014 e l’inizio 2015 i Comuni del territorio hanno approvato, o sono in procinto di farlo, i relativi Piani Comunali di Protezione Civile, elaborati dal Servizio Protezione Civile dell’Unione Montana Appennino Parma Est con il supporto degli Uffici tecnici comunali.

Il passo successivo è rappresentato dalla redazione ed approvazione del Piano Intercomunale, che si compone dei singoli piani comunali e di un volume di sintesi che riguarda il coordinamento dei singoli Comuni e propone sinergie volte alla migliore gestione delle risorse presenti sull’intero territorio.

 

COS’E’ IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE?

Il Piano di Protezione Civile è il documento che, partendo dall’analisi delle criticità presenti sul territorio, sviluppa la pianificazione preventiva delle risorse e delle procedure operative da utilizzare in situazioni di crisi.

Costituisce pertanto uno strumento indispensabile affinché l’azione degli enti preposti alla salvaguardia delle persone, dei beni e del territorio risulti codificata e coordinata. Si tratta quindi di uno strumento che può aiutare i Sindaci, autorità locali di protezione civile, a gestire nel migliore dei modi le eventuali situazioni di emergenza, potendo contare sul coordinamento ed il supporto dell’Unione Montana Appennino Parma Est.

 

OBIETTIVI DEL PIANO

Con la redazione del Piano si intende raggiungere i seguenti risultati:

  1. individuare le principali criticità presenti sul territorio, in particolare per quanto riguarda gli eventi idrogeologici, e censire le risorse disponibili per fronteggiare tali eventi;
  2. definire il ruolo dell’Unione Montana nel sistema intercomunale di protezione civile, stabilire le modalità di coordinamento tra i Comuni, l’Unione Montana Appennino Parma Est e gli altri soggetti coinvolti nel sistema di protezione civile;
  3. individuare i responsabili a livello comunale ed intercomunale per ogni azione prevista nel Piano e stabilire le procedure operative da applicare nelle varie fasi dell’emergenza.

 

SVILUPPI FUTURI

Per l’anno in corso, oltre alla verifica delle procedure, il Servizio protezione civile dell’Unione Montana Appennino Parma Est si propone di affrontare l’approfondimento delle analisi di rischio e di procedere all’implementazione della Banca Dati informatizzata delle risorse disponibili sul territorio intercomunale.

Verranno inoltre individuati, di concerto con i Comuni, gli strumenti e le iniziative più idonei per la diffusione dei contenuti del Piano alla cittadinanza, in particolare quella che risiede nelle aree a rischio, al fine di accrescerne la capacità di autoprotezione informandola circa i comportamenti da tenere e le azioni da compiere al verificarsi di eventi calamitosi.

 

PIANI COMUNALI

Scarica i Piani di Protezione Civile dei Comuni dell’Unione Montana Appennino Parma Est:

Allegato: 

Langhirano_Tav_1a.pdf (11.66 MB - pdf)
Langhirano_Tav_1b.pdf (11.1 MB - pdf)
Langhirano_Tav_2.pdf (10.28 MB - pdf)
Lesignano_Tav_1.pdf (10.94 MB - pdf)
Lesignano_Tav_2.pdf (4.31 MB - pdf)
Neviano_Tav_1a.pdf (13.57 MB - pdf)
Neviano_Tav_1b.pdf (9.94 MB - pdf)
Neviano_Tav_2.pdf (5.33 MB - pdf)
Palanzano_Tav_1a.pdf (7.22 MB - pdf)
Palanzano_Tav_1b.pdf (3.74 MB - pdf)
Palanzano_Tav_2.pdf (3.38 MB - pdf)
Tizzano_Tav_1a.pdf (5.99 MB - pdf)
Tizzano_Tav_1b.pdf (8.49 MB - pdf)
Tizzano_Tav_2.pdf (4.73 MB - pdf)